Raccolta fondi

I fondi per necessari per il raggiungimento dei nostri obiettivi provengono dai componenti del team, dalla vendita di magliette, da sponsorizzazioni e dall’organizzazione di eventi di musica e teatro realizzati grazie alla partecipazione ed al sostegno di amici, musicisti, dj e attori. Un enorme contributo è arrivato e continua ad arrivare dalla folta schiera di semplici conoscenti e sostenitori che si sono affezionati alle nostre iniziative. Noi, dal canto nostro, non possiamo che ringraziare tutti continuando a portare avanti i nostri progetti con il massimo dell’impegno e della trasparenza.

 

GENGIS VAN for MARIAM

 

mariam (3)La prima notte in Mongolia i 4 componenti del team vengono accolti da una modesta quanto calorosa famiglia di Tsagaannuur. A colpirli, è stata la storia della piccola Mariam (3 anni), che quasi un anno fa, è rimasta gravemente ustionata poggiando entrambe le mani su una stufa bollente. La mancanza di cure adeguate e di un supporto medico costante, hanno portato alla cicatrizzazione anomala delle ferite della bambina, serrandole le dita e rendendola menomata.
Lo scopo del progetto Gengis Van For Mariam  è ovviamente quello di curare le ustioni di Mariam consentendole di sottoporsi agli interventi di chirurgia plastica e ortopedica di cui ha bisogno per recuperare l’uso delle mani. In questo senso ci occuperemo di:
  • Raccolta fondi
  • Ricerca e coordinamento delle competenze necessarie per comunicare con la famiglia, per trovare la soluzione più efficiente dal punto di vista temporale, economico e medico e infine per metterla in atto.
  • Comunicazione con la famiglia di Mariam per aggiornarla e trovare soluzioni condivise.
Ad oggi, Gengis Van Team è riuscito a stabilire un contatto pressoché stabile con la famiglia di Mariam, nonostante le barriere spaziali, culturali e linguistiche rendano molto lenta e difficile la comunicazione. Siamo poi in contatto con alcune ONG che possano aiutarci non solo in ambito sanitario, ma anche in tutte le questioni logistiche legate al trasporto e alla permanenza della famiglia lontano da casa. È infatti importantissimo venire a conoscenza di realtà, persone, ONG o aziende utili al nostro scopo. Ogni indicazione in questo senso sarà preziosissima.
Allo stato attuale, stiamo provvedendo ad inviare piccole somme di denaro al padre di Mariam per provvedere ai periodici controlli di cui ha bisogno la bambina, che tuttavia non costituiscono soluzioni risolutive. Per queste ultime, le istituzioni della Regione Friuli Venezia Giulia sembrano offrire i migliori aiuti dal punto di vista sanitario, ma, comprensibilmente, condizionano lo sblocco delle risorse e delle strutture necessarie per l’operazione, ad un attento esame del caso di Mariam.
La nostra raccolta fondi non ha un traguardo specifico poiché stiamo già sostenendo alcune spese ed è difficile stabilire con certezza quanto saranno ingenti quelle future. I costi più alti sono quelli di tipo sanitario, ma pesano anche quelli per il trasporto e per la permanenza i quali, con ogni probabilità, riguarderanno Mariam, un parente ed un interprete che li guidi attraverso le difficoltà dovute all’impatto con una cultura ed una civiltà così diverse dalla loro.

 Puoi usare il seguente pulsante per contribuire anche tu ad aiutare la piccola Mariam, te ne saremo grati!

 

IL VIAGGIO

 

Durante il nostro viaggio ci siamo accorti che le spese relative ai consumi di carburante (calcolate quando ancora non sapevamo con che macchina saremmo partiti) erano di molto superiori a quanto preventivato.
banner3Grazie al nostro sponsor Whoosnap, i GengisFans hanno potuto offrirci il loro prezioso aiuto divertendosi. E’ bastato scaricare l’app disponibile per Android e iOS usando il codice promo: GENGISVAN. 
Una volta registrati, hanno potuto usufruire dei 5€ omaggio per richiederci delle foto lungo il nostro tragitto, nei posti che abbiamo visitato, scegliendo un monumento, una posa o una sfida e dando un prezzo alla foto che desideravano.
Il Gengis Van, ovviamente, è stato all’altezza delle aspettative!!

 

 

 

IL VEICOLO

 

Parte integrante della beneficenza del Mongolia Charity Rally è il trasferimento in Mongolia di un veicolo10421327_1010694148948384_9200692519781924376_n
e la donazione di quest’ultimo, tramite Go Help, alla popolazione locale.
Con questo crowdfunding abbiamo coperto le spese di acquisto e preparazione della nostra amata TATA Pick-up Telcoline 2000cc, anno 2006, consegnata alla Onlus in perfette condizioni una volta arrivati.

 

IL PROGETTO BOOK HOUSE

 

Il progetto di GoHelp a cui il Gengis Van Team ha deciso di contribuire con la propria raccolta fondi 373985_493572380661470_775943595_n come oggetto avanzato-1
è la costruzione di una Book House: una piccola struttura situata nella periferia di Ulan Bator che, oltre a costituire uno spazio di apprendimento e di studio attrezzato con libri e giochi, offra ai bambini e ai loro genitori un punto di ritrovo e di scambio. La biblioteca sarà costruita prendendo a modello quella aperta nel 2011 da GoHelp nel distretto di Nalaikh, alla periferia di Ulan Bator. Questa biblioteca ospita attualmente 45 bambini di età compresa tra i 9 e i 16 anni, ha piu’ di 1000 libri e GoHelp vi organizza regolarmente gruppi di studio e sessioni di lettura.

Progetto Book House